Vitamina D, un toccasana per la salute del cuore e la forma fisica

La vitamina D migliora la forma fisica e riduce il rischio di malattie cardiovascolari.

A confermare i benefici della vitamina D per la nostra salute è uno studio condotto da un team della Queen Margaret University di Edimburgo e presentato alla conferenza della Società di endocrinologia in Scozia. Lo studio ha valutato gli effetti di un’integrazione di vitamina D su un piccolo gruppo di pazienti adulti. Nello specifico sono stati somministrati ogni giorno per due settimane 50 microgrammi di vitamina D oppure un placebo in modo tale da poter monitorare le differenze.

Dalla ricerca è emerso che chi aveva assunto questa vitamina (che si comporta contemporaneamente come un ormone) mostrava pressione sanguigna più bassa e aveva meno cortisolo (ormone dello stress) nelle urine rispetto a chi aveva assunto invece il placebo.

I partecipanti allo studio sono stati quindi invitati a fare attività fisica: hanno pedalato per 20 minuti con minor sforzo per 6,5 km coloro che avevano assunto la vitamina e, rispetto all’inizio dell’esperimento, avevano visto migliorare la propria prestazione (prima di soli 5 km).
“Il prossimo passo – ha precisato la ricercatrice Raquel Revuelta Iniesta – è di condurre la sperimentazione per un tempo maggiore su un campione di persone più vasto, sia in salute che su atleti, come ciclisti e corridori”.

Altri studi hanno dimostrato che la vitamina D rappresenta anche un’alleata per la salute delle ossa, contro osteoporosi e rischio fratture, ma anche un possibile scudo per le malattie più svariate. Dai tumori a seno, prostata e colon, a patologie autoimmuni come la sclerosi multipla, a quelle neurodegenerative come Alzheimer e Parkinson.

Per fare il pieno di vitamina D gli esperti suggeriscono:

1) Fare una passeggiata tutti i giorni al sole affinché la vitamina D si attivi. Bisognerebbe esporsi alla luce solare (non filtrata da vetri, con la maggior superfice del corpo possibile e per un periodo variabile in base al proprio fototipo) circa 10-15 minuti al giorno in estate e 20-30 minuti in inverno, tra le 11 e le 15 quando i raggi Uv sono più attivi.

2) Consumare 2 porzioni di latticini al giorno, come latte o yogurt, anche parzialmente scremati, a colazione o a merenda, e aggiungere un cucchiaio di formaggio grattugiato sui primi piatti. Chi non tollera il lattosio, può utilizzare latte delattosato e formaggio privo di lattosio;

3) Mangiare ogni settimana 3 porzioni di pesce, variando le qualità in cui è più presente la vitamina D: tonno, trota, merluzzo, anguilla;

4) Consumare 2 uova a settimana, sode o cotte in padella antiaderente (anche strapazzate o in frittata), una volta a settimana un primo di pasta all’uovo;

5) Una volta alla settimana consumare 2 porzioni di formaggio stagionato o fresco, in sostituzione del secondo piatto.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su