Vitamina B, un aiuto contro la sindrome premestruale

Dolori, fitte all’addome e irritabilità: per alleviare i sintomi della sindrome premestruale, che il 90% delle donne in età fertile ogni mese si trova ad affrontare, un valido aiuto è rappresentato dalla vitamina B. A rivelarlo è una ricerca condotta dall’Università del Massachusetts e pubblicata su American Journal of Clinical Nutrion.

La ricerca ha coinvolto un campione di 3000 pazienti, monitorate per 10 anni (dal 1991 al 2001) e sottoposte ad una serie di questionari, proposti ad intervalli regolari e riguardanti le loro abitudini alimentari. Dall’indagine è emerso che più le donne assumevano vitamina B – in due particolari forme, la B1 e la B2 – meno erano vulnerabili alla sindrome premestruale.

Cereali, fagioli, lenticchie, spinaci e carne rosse sono dunque alimenti capaci di lenire fastidiosi sintomi quali gonfiore, dolori addominali e ansia. D’altra parte, gli integratori alimentari non sono efficaci come i cibi in cui la vitamina B è contenuta.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su