Usa: sotto accusa stimolanti per dimagrire

Dagli Stati Uniti arriva l’allarme sulla dimetilamilamina (dmaa), uno stimolante presente in molti integratori dietetici usati per perdere peso e dagli sportivi. La Fda, l’ente governativo per la regolamentazione dei farmaci (Fda), sta lavorando affinché la sostanza venga ritirata dal commercio in quanto può essere molto pericolosa, in particolare se associata alla caffeina, perché provoca problemi cardiovascolari.

Sebbene sia stata messa al bando dall’Agenzia mondiale antidoping (Wada) nel 2009 e vietata anche in Italia, la dmaa continua a circolare in Europa dato che si può acquistare su Internet ed è contenuta negli integratori alimentari provenienti dalla Cina.
L’Fda ha ricevuto 86 segnalazioni di malattie e morti associate a integratori contenenti dmaa.

L’Fda ha scritto a 11 aziende Usa che la usano, sottolineando che i prodotti con dmaa sono illegali. Tutte tranne una hanno deciso di non venderli più. L’Fda esorta intanto i consumatori a non comprare questi prodotti e controllarne le etichette: la dmaa si può trovare infatti sotto altri 10 possibili nomi, come metilexanamina, estratto di radice di geranio, olio di geranio.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su