Usa: respinto olio extravergine d’oliva italiano per presenza di insetticida

Gli americani respingono indietro l’olio extravergine d’oliva italiano per via di un insetticida utilizzato per la lotta ai parassiti dell’ulivo consentito in Europa ma sul quale negli Stati Uniti viene messa in pratica la tolleranza zero. Si tratta della sostanza chimica chiamata Chlorpyrifos: la minima presenza di Chlorpyrifos riscontrata nell’olio di oliva dalla FDA statunitense comporta il blocco della merce in dogana, il respingimento dell’olio e una serie di mesi di sorveglianza speciale.

Il divieto americano è giustificato dalla presenza di studi che associano l’assorbimento dei questo composto chimico all’insorgenza di problematiche neurologiche, in particolare sui bambini, ma anche a causa dell’impatto ambientale elevato sui sistemi acquatici e le api.

In Italia l’Istituto Superiore di Sanità ha incluso questa sostanza tra gli ‘interferenti endocrini’, così chiamati in quanto interferiscono con i sistemi ormonali dell’organismo.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su