USA: a 2 anni i bambini assumono zuccheri aggiunti oltre i limiti per gli adulti

Negli Stati Uniti il 60% dei bambini inizia ad assumere zuccheri aggiunti prima di compiere un anno e il 99% dei piccoli di età compresa tra i 19 ed i 23 mesi ne consumano in media più di sette cucchiaini al giorno: più della dose massima consigliata per gli adulti.

A rilevarlo è uno studio guidato da Kirsten Herrick, epidemiologa nutrizionale dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), i cui risultati preliminari sono stati presentati al meeting annuale dell’American Society for Nutrition.

Lo studio ha analizzato per la prima volta i dati di oltre 800 bambini di età compresa tra 6 e 23 mesi che hanno preso parte al National Health and Nutrition Examination Survey 2011-2014, uno studio di ricerca rappresentativo della popolazione americana.

I bambini fino a due anni, secondo l’American Heart Association, non dovrebbero consumare zuccheri aggiunti, il cui consumo è stato messo in relazione a obesità, carie dentale, asma e a fattori di rischio per le malattie cardiache, come il colesterolo alto e l’ipertensione.

Inoltre i ricercatori sottolineano come il consumo di cibi con zuccheri aggiunti in età precoce possa influenzare le preferenze alimentari dei bambini, conducendo a scelte meno salutari nel corso della vita.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su