Unione Europea: 1 cittadino su 2 è obeso

Uno su due dei cittadini dell’Unione Europea è obeso. Il tasso di obesità nell’Ue è più che raddoppiato negli ultimi 20 anni: oggi, su un totale di 500 milioni di persone oltre 250 milioni sono in sovrappeso o obese. A lanciare l’allarme obesità in Europa è il rapporto ‘Health at a Glance Europe 2010’ elaborato dalla Commissione europea e l’Organizzazione per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo (OCSE).

I paesi col più alto tasso di obesità sono la Gran Bretagna (il 24,5% degli adulti sono obesi), l’Irlanda (23%), Malta (22,3%) e il Lussemburgo (20,1%). L’Italia si colloca in terzultima posizione con una percentuale di obesi pari al 9,9%, quasi un cittadino su 10. I più in forma d’Europa sono i romeni (7,9%) e gli svizzeri (8%).

A preoccupare in particolar modo gli esperti è l’obesità e il sovrappeso infantile: si stima che  un bambino su sette è obeso e solo uno su cinque pratica un’attività fisica con regolarità.

”Per invertire la tendenza crescente dell’obesità abbiamo bisogno di dati affidabili e aggiornamenti continui – ha detto il Commissario europeo per la Salute dei consumatori, John Dalli – per sostenere le azioni da intraprendere a livello politico”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su