Tubercolosi: aumentano i casi di resistenza ai farmaci

In Africa, Asia, Europa e America Latina è stato trovato un allarmante numero di casi di tubercolosi resistenti agli antibiotici più potenti. Un ampio studio internazionale pubblicato su Lancet e condotto dai ricercatori del Swedish Institute for Communicable Disease Control ha riscontrato tassi di tubercolosi multi-resistente (Mdr-Tb) e di tubercolosi ampiamente resistente (Xdr-Tb) più alti di quanto sinora pensato che rischiano di minacciare gli sforzi globali che si stanno compiendo verso una minor diffusione della malattia.

Gli studiosi hanno riportato che in Estonia, Lettonia, Perù, Filippine, Russia, Sudafrica, Corea del Sud e Thailandia il 44 per cento di casi di Mdr-Tb si sono mostrati resistenti anche a farmaci di seconda linea.

“La maggior parte delle prescrizioni per il controllo della tubercolosi sono state sviluppate prevedendo una diffusione della Mdr-Tb fino al 5 per cento”, ha spiegato Sven Hoffner, fra gli autori dello studio, “invece adesso abbiamo dati che parlano di oltre il 10 per cento in alcune aree, dove circa la meta’ dei pazienti si stanno contagiando con ceppi di Mdr-Tb”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su