Trapianto parziale di organi tra viventi: varata la legge

Il Senato ha approva all’unanimità, con 223 sì, il ddl che consente il trapianto parziale tra viventi, a titolo gratuito, di polmone, intestino e pancreas. Il provvedimento, già approvato dalla Camera, è ora legge. La nuova legge consentirà di ridurre le lungaggini burocratiche e gli ostacoli ancora previsti dalla legislazione vigente in materia di trapianti, favorendo l’intervento in particolare in alcune patologie pediatriche.
Tutti i gruppi hanno parlato di norme che mirano a “salvare vite”.

Secondo il direttore del centro nazionale trapianti Alessandro Nanni Costa l’approvazione del Senato alla nuova legge rappresenta “un passo avanti per i trapianti da vivente”. “La possibilità di trapianti parziali da vivente a titolo gratuito di polmone, intestino e pancreas riguarderà pochi e selezionati casi e soprattutto a favore dei bambini”, ha detto Nanni Costa.

Il disegno di legge 3291 recante “Norme per consentire il trapianto parziale di polmone, pancreas e intestino tra persone viventi”, attraverso norme generali, che evitano le lungaggini conseguenti alle singole autorizzazioni del giudice, consente il trapianto parziale, necessariamente gratuito, di alcuni organi tra viventi, aumentando così le possibilità di salvare vite umane e di combattere in modo particolare patologie dell’età infantile.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su