Stress: “nel 2020 sarà la prima causa di malattia”

“Nel 2020 la prima causa di malattia o comunque di assenza dal lavoro sarà lo stress”. È quanto emerge da proiezioni dell’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (Eu-Osha). A segnalarlo è stato il Direttore vicario prevenzione dell’Inail, Tommaso de Nicola nel corso di un convegno a Roma alla Farnesina.

“Oggi – spiega De Nicola – le cause principali di stress sono l’insicurezza e la precarietà, il carico di lavoro e i fattori organizzativi, in particolare la mancanza di supporto da parte di capi e collaboratori. E per il 50% dei lavoratori europei intervistati lo stress è una condizione normale”.

L’evento, organizzato nell’ambito della campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri 2014-2015”, promosso dall’Eu-Osha e realizzato in collaborazione con Inail, “focal point Italia” per la stessa campagna.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su