Cade nel sonno per mesi: Stacey, la ‘bella addormentata’

Stacey Comerford, 15enne di Telford, cittadina nei pressi di Birmingham è affetta dalle sindrome di Kleine Levin, conosciuta anche come ‘Sindrome della Bella Addormentata’. Si tratta di una rarissima patologia di cui soffrono circa 1000 persone nel mondo e  che porta a dormire per lunghi periodi. Come racconta il Mirror , un sonno lungo due mesi ha fatto saltare a Stacey 9 verifiche a scuola e un compleanno.

I primi sintomi sono comparsi circa un anno fa, ma inizialmente il medico di base aveva scambiato la stanchezza cronica e la continua voglia di dormire di Stacey come semplice depressione adolescenziale. Dopo essersi sottoposta a svariati controlli, Stacey è stata ricoverata al Birmingham Children’s Hospital e qui un neurologo ha diagnosticato la patologia di cui era affetta la ragazza.

Come ha spiegato la madre di Stacey, gli attacchi le possono arrivare in qualunque momento senza alcun preavviso. “Una volta l’ho persino trovata addormentata sul pavimento della cucina e anche se si alza per andare in bagno o per bere, in realtà non è sveglia ma è in quella che io chiamo ‘modalità sonno’ e magari si risveglia dopo una settimana.

Quando è in uno di questi momenti è come se tornasse una lunatica bambina di 5 anni, che pesta i piedi se non ottiene quello che vuole e ha bisogno di continue rassicurazioni. È un po’ come vivere con Dr Jekyll e Mr Hyde, ma almeno adesso abbiamo una diagnosi della sua condizione ed è tutto più semplice.

In passato, infatti, sono stata pure messa sotto inchiesta dalle autorità scolastiche locali, perché pensavano che non volessi mandare a scuola Stacey di proposito. In realtà, io ho sempre saputo che c’era qualcosa che non andava, perché l’adolescente piena di vita di una volta si era trasformata in uno zombie che dormiva sempre”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su