Sigarette elettroniche: scoperta la sostanza che può uccidere

Spiegate le cause delle prime morti e dei primi malati riconducibili all’uso della sigaretta elettronica. Indagando sulle misteriose malattie polmonari legate all’e-cigarette, le autorità statali e federali americane hanno individuato la sostanza responsabile: si tratta di un olio derivato dalla vitamina E, il cosiddetto vitamina E acetato.

La vitamina E si trova in certi alimenti, come l’olio di colza, l’olio d’oliva e le mandorle. L’olio derivato è comunemente disponibile come integratore nutrizionale ed è usato nei trattamenti topici della pelle. Non è noto come sostanza dannosa quando è ingerita come integratore o applicata sulla pelle. Tuttavia, sostengono gli esperti, la sua struttura molecolare potrebbe essere pericolosa se inalata.

L’Illinois e l’Oregon hanno registrato in estate quelli che sono ritenuti i primi due decessi legati alla sigaretta elettronica o, come più probabile, ai prodotti inalati.

L’ultimo caso registrato è quello una ragazza di 18 anni finita in coma a causa di un grave danno polmonare generato da una polmonite eosinofila acuta. Il sospetto del medico è che la causa della patologia sia la sigaretta elettronica che la giovane ha fumato per tre anni.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su