Scoperta molecola che causa degenerazione ottica

Scoperto il meccanismo che sta alla base di una patologia neurologica
ereditaria che causa la perdita bilaterale della vista.
Questa malattia è determinata dall’alterazione di una proteina
codificata da un particolare gene che porta a una degenerazione della
vista
, con la progressiva perdita bilaterale della visione”.

L’eccellente risultato è frutto anche di un progetto di ricerca in
Sicilia, che vede i medici senesi impegnati da circa due anni. Con la
collaborazione dell’Unione
Italina Ciechi locale, infatti, sono stati osservati, dal punto di
vista clinico e genetico-molecolare, 48 pazienti residenti nella zona di
Siracusa, affetti da neuropatia ottica ereditaria. “La scoperta –
conclude il professor Federico – rappresenta un grande traguardo nello
studio di queste patologie. Una maggiore conoscenza dei meccanismi di
formazione della malattia apre la strada a nuove possibilita’
terapeutiche per intervenire nella riduzione dei processi degenerativi”.

L’importante risultato è stato conseguito dai ricercatori del policlinico Santa
Maria alle Scotte di Siena, diretti dal professor Antonio
Federico, direttore dell’U.O.C. Neurologia e Malattie Neurometaboliche,
anche grazie a un finanziamento della Fondazione Monte dei Paschi. “Si
tratta – spiega il professor Federico – di uno studio sull’atrofia
ottica autosomica dominante, che rappresenta la neuropatia ottica
ereditaria piu’ frequente.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su