Piatti e bicchieri in polistirolo potenzialmente cancerogeni

Piatti e bicchieri in polistirene sono sospettati essere cancerogeni. È quanto sostiene il Consiglio Nazionale delle Ricerche Usa.

Piatti e bicchieri in polistirene (o polistirolo) sono molto utilizzati in particolare per i piatti d’asporto e da molti locali come bar, ristoranti e fast-food.
Tali contenitori usati per mantenete la temperatura degli alimenti contengono però lo stirene, il composto chimico sospettato di essere cancerogeno.

Gli esperti sottolineano tuttavia che sebbene si possa ragionevolmente prevedere che questo composto sia cancerogeno per l’essere umano, sono necessari ulteriori approfondimenti.

“Penso che sia importante tenere a mente che questa è una valutazione del pericolo – ha sottolineato la dott.ssa Jane Henney, che ha presieduto il comitato di esperti del Consiglio di ricerca – Il nostro rapporto dice che questa sostanza chimica potrebbe essere un problema, ma una completa valutazione del rischio in base alla dose, all’esposizione, alla quantificazione e l’ulteriore caratterizzazione del rischio, dovrebbe essere fatta prima di pensare a una regolamentazione in questo settore”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su