Pediatra addio a sette anni?

Pediatra addio a sette anni? La proposta di limitare l’assistenza pediatrica al solo periodo 0-6 anni è contenuta nella bozza di Riordino delle Cure primarie del ministro della Salute Renato Balduzzi e della conferenza Stato-Regioni in vista del prossimo patto per la salute.

A spingere il governo ad elaborare questa proposta sarebbe la carenza di professionisti, in particolare proprio dei pediatri. E molti di quelli che ci sono scelgono di lavorare in ospedale invece che in ambulatorio. Il rimborso pubblico per ciascun assistito, inoltre, è più alto nel caso dei pediatri rispetto ai medici di medicina generale.

Nella proposta sotto accusa, al punto 10 del capitolo cure primarie, si legge che “l’assistenza della Pediatria di libera scelta non è garantita in modo uniforme su tutto il territorio nazionale” e che “vanno quindi modificate le norme convenzionali che regolano i parametri relativi agli assistiti in carico, prevedendo di assegnare ai Pediatri di libera scelta unicamente i bambini da 0 a 6 anni”.

Una proposta “sbagliata, fuorviante e pericolosa”. È così che la definisce la Società Italiana di Pediatria che sta elaborando proposte di riorganizzazione della rete pediatrica.

“I medici di medicina generale, che garantiscono all’adulto un livello molto elevato di assistenza, sono meno esperti dei pediatri in materia di bambini per il semplice motivo che ormai da 50 anni non se ne occupano più”, ha sottolineato il presidente della Società italiana di pediatria (Sip), Alberto G. Ugazio. “Pensiamo – spiega – al dosaggio dei farmaci che per gli adulti è unico, mentre per i bambini è legato ai kg di peso o alla superficie corporea”.

Contrari alla proposta anche gli specialisti della Confederazione italiana pediatri (CIPe) i quali ritengono che la loro proposta va verso lo “smantellamento del sistema di assistenza pediatrica territoriale. Serve un incontro per poter scongiurare manovre sciagurate che potrebbero recare seri danni alla salute dei bambini e degli adolescenti”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su