Pakistan: bambini incatenati in una scuola coranica

Una cinquantina di studenti, tra cui due di sette anni, sono stati trovati incatenati nello scantinato di una scuola coranica (madrassa) di Karachi, nel sud del Pakistan. I minori saranno adesso riconsegnati alle famiglie d’origine. A renderlo noto è stata la polizia locale che all’alba ha liberato i giovani, almeno 54.

Diversi studenti hanno dichiarato che venivano regolarmente picchiati in questa scuola, dove la polizia ha rinvenuto catene, ganci e “celle della tortura”.

“Almeno 18 dei ragazzini prigionieri avevano vent’anni’ o anche meno”, ha raccontato un ufficiale di polizia, Mukhtiar Khaskheli. “I responsabili della madrassa hanno giustificato le catene dicendo che gli studenti erano drogati e che quindi dovevano essere riabilitati e trasformati in devoti musulmani”, ha aggiunto la fonte.

Due mullah della madrassa sono stati arrestati, mentre il dirigente della scuola è riuscito a scappare. Hanif Jullandhri, presidente della Federazione delle madrasse del Pakistan, ha sottolineato ai media locali che la scuola non era stata dichiarata, e ha invitato le autorità ad adottare la massima severità contro gli organizzatori delle “celle della tortura”.

Uno dei ragazzi, rinchiuso nella madrassa da sette mesi, ha raccontato di essere stato picchiato ogni mattina alle quattro. Dopo una misera colazione iniziava lo studio del Corano e in caso di errori  partiva la frustata “con una pesante cinghia”. Gli alunni erano ammassati in condizioni disumane in diverse stanze, incatenati contro un muro e costretti a urinare in bottiglie dove poi veniva messa anche l’acqua da bere. I ragazzi venivano tenuti per ore senza cibo e acqua e nessuno di loro riceveva abiti puliti. Un ragazzo ha raccontato di essere stato ripetutamente picchiato. Chi tentava la fuga riceveva almeno 200 frustate.

Spesso le madrasse sono le uniche scuole accessibili per le famiglie povere del Pakistan; queste scuole sono spesso accusate di estremismo religioso e di formare futuri membri dei gruppi armati attivi nel Paese e nel vicino Afghanistan. Stando ai dati ufficiali sono oltre due milioni i pachistani che studiano nelle oltre 15.000 madrasse presenti nel Paese, pari cioè al 5% dei 34 milioni di studenti pachistani. Diversi funzionari pachistani ritengono tuttavia che siano diverse migliaia le scuole non dichiarate.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su