Miele contro la tosse: le nuove linee guida del Servizio sanitario britannico

In caso di un disturbo di lieve entità come la tosse, prima di rivolgersi al medico, meglio provare un rimedio come il miele. In Gran Bretagna a dare questa raccomandazione è ora il National Institute for Health and Care Excellence (Nice) ed il Public Health England che, secondo quanto riferisce il Telegraph, sollecitano ad acquistare prodotti “di auto-cura” come miele, rimedi erboristici e medicine per la tosse, invece di ricorrere agli antibiotici, che dovrebbero essere riservati ai casi che persistono, o ai pazienti a rischio di complicazioni, perché la salute è già compromessa.

Nella bozza delle nuove linee guida viene citata una ricerca che dimostra come il miele – a confronto con un placebo – sia in grado di ridurre in modo significativo la frequenza e la gravità della tosse. Per quanto riguarda altri rimedi, viene evidenziato che le medicine contenenti il pelargonium, un rimedio a base di erbe, potrebbero aiutare ad alleviare i sintomi e anche i medicinali da banco come gli espettoranti.

“Desideriamo sottolineare che nella maggior parte dei casi, gli antibiotici non appaiono necessari per il trattamento della tosse. Queste linee guida forniscono agli operatori sanitari e ai pazienti le informazioni di cui hanno bisogno per fare delle buone scelte sull’uso degli antibiotici, spiega Mark Baker, direttore del centro per le linee guida del Nice.

“Se la tosse sta peggiorando piuttosto che migliorare, o la persona si sente molto male o senza fiato, allora c’è bisogno di contattare il medico di famiglia”, aggiunge Tessa Lewis, medico di famiglia e presidente del gruppo di linee guida sulla prescrizione antimicrobica.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su