Mangiare velocemente aumenta il rischio di diabete

Mangiare velocemente favorisce l’aumento di peso che, a sua volta, può determinare l’insorgenza del diabete di tipo due. A sostenerlo è uno studio degli scienziati della Lithuanian University of Health Sciences, che hanno presentato il loro lavoro al XV Congresso Internazionale di Endocrinologia, e XIV Congresso Europeo di Endocrinologia, tenutosi a Firenze dal 5 al 9 maggio 2012.

Lo studio ha coinvolto 702 volontari: 468 sani, 234 con diagnosi di diabete di tipo 2. ai soggetti è stato somministrato un questionario con domande su stile di vita, abitudini (dieta, fumo ed alcol), livello di esercizio fisico. Particolare spazio è stato quindi dato alle misurazioni sulla rapidità del mangiare. I volontari, in seguito, sono stati visitati, con misurazione del peso e della massa corporea (BMI).

Gli studiosi hanno quindi scoperto che i partecipanti che avevano ammesso di mangiare più rapidamente degli altri avevano 2,5 maggiori probabilità di soffrire di diabete di tipo 2.

“La prevalenza del diabete di tipo 2 è in aumento a livello globale e sta diventando una pandemia mondiale – ha commentato la dottoressa Radzeviciene, che ha coordinato lo studio – Sembra coinvolgere l’interazione tra sensibili background genetici e fattori ambientali. E’ importante identificare i fattori di rischio modificabili che possono aiutare le persone a ridurre le loro probabilità di sviluppare la malattia”.

Dal momento che lo studio ha riguardato un campione ristretto, i ricercatori hanno sottolineato che saranno necessari altri studi più approfonditi per confermare il legame esistente tra l’abitudine a mangiare velocemente e il rischio di insorgenza del diabete di tipo 2.

Una conferma dei risultati dello studio degli scienziati della Lithuanian University of Health Sciences è però rappresentata da una recente ricerca che ha dimostrato come, viceversa, masticare bene e assaporare i cibi con lentezza aiuti a dimagrire.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su