Malasanità in Italia: un caso ogni due giorni. Calabria e Sicilia prime nella ‘lista nera’

Un caso di malasanità ogni due giorni, 15 errori al mese, 242 episodi presi in esame in poco più di un anno, 163 decessi, 88 vittime solo tra Calabria (50) e Sicilia (38).

Questi i preoccupanti dati della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario e i disavanzi sanitari regionali, diffusi dall’Adnkronos Salute.

Dall’analisi emerge che su 242 casi, 64 si sono verificati in Calabria, 52 in Sicilia, 24 nel Lazio, 15 in Campania, Puglia e Lombardia, 14 in Veneto, 12 in Toscana, 9 in Emilia Romagna, 8 in Liguria, 6 in Piemonte, 2 in Friuli Venezia Giulia e in Abruzzo, 1 in Trentino Alto Adige, Umbria, Marche e Basilicata.

Tali episodi di malasanità non sempre hanno a che fare con l’errore diretto del medico ma spesso dipendono da inefficienze, carenze e strutture sanitarie inadeguate.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su