Mal di schiena? Si combatte con l’esercizio fisico

L’esercizio fisico fa bene alla schiena. Lo confermano Rahman Shiri ed i colleghi dell’Istituto finlandese per la salute sul lavoro di Helsinki che hanno analizzato gli effetti dell’attività fisica da sola o associata al livello di esercizio dei partecipanti mediante una metanalisi dei più importanti studi pubblicati sull’argomento.

Gli studi inclusi nell’analisi hanno riguardato complessivamente un totale di 4310 partecipanti. I lavori comprendevano da 30 a 901 partecipanti e il periodo di follow-up variava da 2 a 24 mesi. Molti studi comprendevano esercizi di  stretching e alcuni di questo hanno esaminato il rafforzamento, la capacità aerobica, la resistenza, l’equilibrio, il coordinamento e le competenze motorie.

Nell’analisi dei dati tratti da 16 studi è stato così osservato che coloro che praticavano attività fisica mostravano il 33% in meno di probabilità di sviluppare dolore alla schiena, rispetto a chi non praticava esercizio fisico. L’abitudine del paziente all’esercizio fisico è stata inoltre associata con probabilità inferiori del 27% di sviluppare mal di schiena.

“Lo studio dimostra che gli esercizi per rafforzare e allungare i muscoli lombari e addominali, o una combinazione di esercizi di rafforzamento e aerobica, proteggono dal dolore alla schiena”, ha affermato Rahman Shiri. “Inoltre, l’esercizio riduce la gravità del dolore alla schiena e la disabilità causata da questo dolore”.

Quattro degli studi presi in considerazione sono stati condotti in Giappone, tre in Danimarca, due in Svezia e uno in Canada, Finlandia, Italia, Nuova Zelanda, Thailandia, Regno Unito e Stati Uniti. Inoltre cinque studi comprendevano solo persone che non avevano il mal di schiena per vedere se lo avrebbero sviluppato in seguito, mentre il resto  degli studi esaminati includeva i partecipanti con e senza dolore alla schiena. Un’analisi dei dati di 5 studi ha evidenziato che da sola, l’attività fisica, rispetto all’inattività, era associata ad un minore rischio di invalidità del 38% dovuta al dolore alla schiena.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su