Ginseng, un aiuto contro la stanchezza per i malati di cancro

In particolare nei pazienti con il cancro, il ginseng è efficace per combattere il senso di fatica e stanchezza. A sostenerlo è uno studio dell’American Society of Clinical Oncology.

La ricerca ha coinvolto 340 soggetti in cura per il cancro ai quali sono state somministrate pillole di placebo o pillole contenenti 2 grammi di radice di ginseng americano.  Il prodotto somministrato ai pazienti in trial era pura radice di ginseng americano, estratta dal terreno ed inserita poi in una capsula, l’unica forma consigliata dagli scienziati in quanto non trattata.

Dopo otto settimane di somministrazione, i pazienti che quotidianamente avevano ricevuto una dose di ginseng risultavano più energici e meno affaticati dal trattamento contro il cancro al quale erano sottoposti.

“Su una scala della fatica standardizzata sui 100 punti, abbiamo visto un miglioramento di 20 punti nei pazienti che hanno assunto ginseng regolarmente”, ha spiegato Debra Barton, ricercatrice della Mayo Clinic a capo del progetto.

Oltre a combattere il senso di stanchezza, il ginseng è in grado si abbassare il livello di zuccheri nel sangue nei pazienti con diabete di tipo 2, oltre a rafforzare il sistema immunitario. L’impiego del ginseng potrebbe pertanto costituire un valido rimedio naturale allo stress derivante dalle cure antitumorali.

Prima di assumerlo è però importante consultare il medico in quanto, in alcuni pazienti, il ginseng potrebbe causare effetti collaterali, dall’insonnia alla pressione alta.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su