Germania: sopravvissuta la bimba più prematura del mondo

Quando è nata, il 7 novembre scorso, Frieda pesava soltanto 460 grammi per una lunghezza di 28 centimetri. Oggi, a cinque mesi dalla nascita, la piccola ha raggiunto un peso di 3,5 chili per 50 centimetri di altezza. Nata in Germania dopo 21 settimane e 5 giorni di gestazione, è sopravvissuta e sta bene la bimba più prematura del mondo.

Un bambino è considerato prematuro se nasce prima della fine di otto mesi di gravidanza. Si parla di prematuri estremi quando i bambini nascono prima delle ventiquattro settimane di gestazione.

Il direttore della clinica pediatrica, Reinald Repp, ha definito il caso di Frida un vero e proprio “miracolo”, in quanto generalmente i bambini con meno di 22 settimane non hanno ancora pienamente sviluppati polmoni, cuore e cervello.

Frieda è nata in un parto gemellare ma il fratello gemello, Kilian, non ce l’ha fatta ed è deceduto alcuni giorni dopo la loro nascita. Come ha spiegato il medico, dopo la nascita Frieda è stata accudita in un ambiente completamente sterile, sotto assistenza respiratoria e nutrita attraverso un cordone ombelicale artificiale.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su