I genitori non pagano la mensa? Per i bambini solo panino e succo di frutta

Panino e succo di frutta al posto del menù ordinario per una trentina di bambini della scuola elementare di Cesate. Il “pasto alternativo” viene servito ai figli delle famiglie che non saldano il costo della mensa. A denunciare la situazione “discriminante e antieducativa” sono state le maestre.

In particolare una di loro, consigliere comunale, ha presentato un’interrogazione urgente al sindaco, sottolineando come “non si possono colpire i bambini per le responsabilità dei genitori, tanto meno se la scelta di non pagare è determinata da condizioni economiche disagiate”.

Il problema delle rette della mensa va avanti dall’anno scorso, quando circa 300 famiglie risultarono insolventi, come ha spiegato il sindaco Roberto Della Rovere, “con un buco di 70mila euro per il bilancio comunale: in questi mesi abbiamo inviato numerosi solleciti e recuperato gran parte dei crediti, salvo quelli di una trentina famiglie, la maggior parte italiane”.

“Quelle famiglie insolventi – ha aggiunto Della Rovere – hanno scelto deliberatamente di non pagare nonostante i solleciti e la nostra disponibilità a dilazionare gli arretrati. Non si tratta di genitori poveri: la maggior parte è inserita nella fascia di reddito più alta. Bisogna prendere provvedimenti anche a fronte di chi, sebbene in condizioni più difficili, è sempre stato puntuale”.

In precedenza si sono verificati dei casi simili in altre parti d’Italia. Un episodio analogo è accaduto ad Adro, in provincia di Brescia, due anni fa. In quell’occasione un imprenditore saldò il conto in rosso. Qualcosa del genere, inoltre, successe a Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza, e ancora in provincia di Milano, a Pessano.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su