Farmaci: prezzi in aumento nel 2011

Farmaci sempre più cari. Nel 2011 il prezzo dei medicinali senza obbligo di ricetta è aumentato del 4% in tutti i canali di vendita. A rivelarlo è un’inchiesta di Altroconsumo condotta su 145 punti vendita in 10 città: 109 farmacie, 20 parafarmacie e 16 ipermercati di dieci città italiane, tra cui Milano, Roma, Napoli e Firenze.

Dall’indagine le parafarmacie sembrano aver perso gran parte della competitività che avevano in passato mentre i corner salute degli ipermercati rimangono il punto vendita più conveniente, dove i farmaci costano il 17,9% in meno rispetto alle farmacie. Per quanto riguarda le farmacie vi è una differenza notevole tra un punto vendita e l’altro: il risparmio può arrivare sino al 65%.

L’indagine di Altroconsumo rileva dunque che la concorrenza innescata dalle liberalizzazioni si è arenata ed è necessario rivitalizzarla estendendola anche ai farmaci di fascia C con ricetta, il cui prezzo continua ad essere unico, e fissato a monte dalle case farmaceutiche.

Inoltre secondo Altroconsumo sarebbe opportuno dare una sferzata tra i diversi canali di vendita, sempre con la presenza di un farmacista professionista a garanzia della salute dei cittadini. “Il vero rischio, qui, non è l’abuso di farmaci ma un ritorno al monopolio delle farmacie, delineato nella proposta di legge Tomassini-Gasparri. A tutto danno della concorrenza dei prezzi e delle possibilità di far risparmiare il cittadino”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su