Farmaci contraffatti: boom di sequestri online

Sequestrate dai Nas, nei primi dieci mesi del 2010, 350 mila tra fiale e compresse di farmaci contraffatti e quindi rischiosi per la salute, il 52% in piu’ rispetto allo stesso periodo del 2009. A renderlo noto è stato il ministro della salute Ferruccio Fazio,  intervenuto alla presentazione del corso di addestramento organizzato dai Nas per affinare le tecniche di indagine e tracciabilità dei farmaci contraffatti venduti online. È proprio Internet, infatti, la sede principale di questo mercato.
Il farmaco più contraffatto è il viagra, seguito dagli anabolizzanti consumati dagli sportivi.

Il corso (Internet Training Course for Pharmaceutical Law Enforcements Officiers)  si è tenuto presso la sede del Comando dei Nas di Roma ed è la prima iniziativa in Europa di questo tipo.

Presente anche la Food and Drug Administration statunitense. “I consumatori sono spesso sviati – si legge in una nota – quando acquistano prodotti farmaceutici direttamente su internet. Infatti questi farmaci sono spesso contraffatti, contaminati, non certificati o possono contenere una percentuale minima del componente attivo del farmaco. L’assunzione di questi puo’ provocare seri danni ai consumatori”.“Questo corso di formazione – prosegue il comunicato – è stato sviluppato per assistere il gruppo di investigazione dei NAS nell’identificare detti contraffattori. Gli strumenti e i metodi investigativi che verrranno presentati durante questa settimana consentiranno ai NAS di individuare  i perpetratori di tali illeciti, di chiudere i siti illegali dai quali operano e di raccogliere le prove necessarie a dimostrare la colpevolezza di questi soggetti criminali”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su