Farmaci antitumorali: costi troppo alti rispetto ad efficacia e fondi investiti

I farmaci tumorali hanno costi proibitivi. “Nel 2014 la spesa globale dedicata agli antitumorali è stata pari a 100 miliardi di dollari. Nella sola Europa questi rappresentano il 14% della spesa totale in farmaci.

Anche se negli ultimi 5 anni l’incremento di spesa è stato contenuto (+5,8%) le nuove proiezioni derivanti dall’immissione sul mercato di queste nuove molecole prevedono un incremento, da qui al 2018, pari al 18%. Un aumento preoccupante difficilmente sostenibile in termini economici”, è quanto spiega il dottor Maurizio Tomirotti –presidente CIPOMO e Direttore dell’Oncologia Medica all’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.

Nel periodo compreso tra il 2009 e il 2013 l’FDA ha approvato l’immissione sul mercato di 51 nuove molecole antitumorali utili per 63 diverse indicazioni di malattia. L’elevato costo di questi farmaci tiene però realmente conto della loro innovatività, efficacia e volume d’utilizzo? Eppure secondo uno studio pubblicato nello scorso mese di aprile dalla rivista JAMA Oncology l’elevato costo di questi farmaci non è proporzionale all’innovatività, l’efficacia ed il volume d’indirizzo.

“Di fronte ad un dato del genere occorre pensare in maniera seria ad un piano differente di negoziazione del prezzo. Di questo passo la situazione non sarà più sostenibile. I sistemi sanitari di tutto il mondo sono messi a dura prova e con il passare del tempo non potranno più permettersi di pagare prezzi altissimi per farmaci che offrono benefici marginali”, prosegue Tomirotti.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su