Fame nel mondo: 16 ottobre Giornata mondiale dell’Alimentazione

Alla vigilia della 30esima edizione della Giornata mondiale dell’Alimentazione, il Comitato per la sicurezza alimentare si è riunito a Roma nella sede della Fao.

“La fame non è un’ineluttabile fatalità, è una realtà inaccettabile, anche se le persone che soffrono di denutrizione sono diminuite, scendendo sotto il miliardo, il che comunque significa un numero pari a 15 volte l’intera popolazione del mio Paese”, ha dichiarato Giancarlo Galan, ministro delle Politiche agricole, Alimentari e Forestali, intervenuto alla 36esima sessione del Comitato di Sicurezza Alimentare. Il ministro ha poi sottolineato la necessità di “rafforzare nei consessi internazionali un unico progetto strategico, sotto l’egida dell’Onu, tanto da poter giungere a un’effettiva sinergia pubblico-privato, così da individuare tutte le risorse finanziarie, umane e strutturali realmente disponibili”.

Molti i temi da affrontare tra cui il problema dell’aumento del costo del cibo a livello internazionale, che riduce fortemente l’accesso ai prodotti alimentari nei Paesi più poveri, e quello del land grabbing, ossia la svendita delle terre ai privati con il conseguente impoverimento dei piccoli produttori agricoli.

La Giornata mondiale dell’alimentazione, che dal 1981 si celebra ogni anno il 16 ottobre, ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della fame e della malnutrizione nel mondo e di incoraggiare le persone, a livello mondiale, ad agire.

E per dire no alla fame nel mondo, che ancora oggi affligge 925 milioni di persone, domenica 17 ottobre Roma ospiterà la quinta edizione di “Run for Food”, la mini-maratona promossa dalla FAO.
La quota d’iscrizione di 10 euro sarà destinata ad  un fondo che servirà a finanziare il progetto ‘Alberi da Frutta per Haiti’, che promuove la donazione di un albero da piantare in tutte le scuole del Paese.

Alla presentazione della “Run for Food” hanno partecipato molti rappresentanti del mondo dello spettacolo e dello sport tra cui il campione della boxe Nino Benvenuti il quale ha affermato: “il nostro obiettivo è arrivare a chi non è informato, a quelli che non ancora sanno che ci sono quasi un miliardo di persone denutrite nel mondo, che ogni sei secondi muore un bambino per fame”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su