Emozioni negative

Diversi studi hanno evidenziato che le emozioni negative si associano in generale a diminuzione delle funzioni immunitarie. Più di recente è emerso che persone con stile emozionale più negativo presentano una maggiore attivazione del cervello destro, in particolare della corteccia prefrontale destra.

La spiegazione è stata fornita da studi di risonanza magnetica funzionale che hanno consentito di visualizzare le vie attivate dalle emozioni. Queste comprendono: corteccia prefrontale, giro del cingolo, amigdala, asse dello stress e sistema nervoso simpatico.

Le emozioni negative seguono questa strada nell’emisfero destro; le emozioni positive viaggiano nel sinistro, non attivano l’amigdala e quindi neppure la cascata dello stress.

È stato riconosciuto che alti livelli di attivazione della corteccia prefrontale destra si associano a più basso titolo di anticorpi dopo vaccinazione antinfluenzale e anche a minore attivazione delle cellule NK.

Conclusioni:
Le emozioni negative attivano il cervello destro,  la cascata dello stress e si associano a diminuzioni delle funzioni immunitarie.

Per ulteriori approfondimenti su questo argomento si rinvia al testo Multidisciplinarietà in Medicina.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su