Dormire bene: ecco le regole d’oro

Dormire bene è un toccasana per la salute: aiuta infatti a vivere meglio e a prevenire le malattie. Questo il messaggio lanciato in occasione della Giornata mondiale del sonno, promossa dalla World Association of Sleep Medicine (Wasm) con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sull’importanza di una adeguata qualità del sonno.

Quest’anno l’attenzione degli organizzatori si è concentrata in particolare sulla terza età ed i ricorrenti sviluppi del sonno: secondo recenti ricerche, infatti, circa la metà degli anziani ha difficoltà a dormire a causa dell’invecchiamento ma prevalentemente per disturbi respiratori, malattie e assunzione di medicinali.

In generale, circa il 30% degli italiani si trova a fare i conti con l’impossibilità di dormire bene, occasionalmente o spesso. Tra li effetti che un cattivo sonno ha sulla salute vi sono: maggiore rischio di obesità e diabete, indebolimento del sistema immunitario, predisposizione all’ansia e alla depressione.

La World Association of Sleep Medicine suggerisce quindi alcune regole per dormire bene:
– darsi un orario fisso per il sonno e il risveglio;
– non esagerare con i riposi i durante il giorno;
– non consumare alcol e non fumare nelle quattro ore prima di andare a dormire;
– evitare a cena cibi pesanti, speziati o troppo zuccherati;
– non bere caffè nelle sei ore che precedono il riposo;
– non fare esercizio fisico subito prima di andare a dormire;
– avere a letto della biancheria confortevole;
– curare il microclima della stanza, che deve sempre essere ventilata;
– evitare rumori;
– attenuare la luce;
– non lavorare a letto;
– materasso e guanciale: il materasso deve essere non troppo rigido né troppo morbido, in grado però di sostenere adeguatamente la colonna vertebrale. Anche il guanciale ha la sua importanza, perché deve sostenere testa e collo e mantenerli sostanzialmente “in linea” con la schiena: per questo bisogna che abbia la giusta altezza e consistenza, ognuno deve trovare la propria. Per chi è allergico il materiale consigliato è il lattice, per chi ha dolori cervicali invece é preferibile la microfibra.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su