Perché le donne in menopausa non dovrebbero bere troppe bibite

Un eccessivo consumo di bibite in menopausa aumenta il rischio di frattura all’anca. È quanto emerge da una ricerca molto ampia che ha preso le mosse da alcune evidenze scientifiche di studi precedentemente pubblicati che collegavano il consumo di bibite gassate, con o senza caffeina, a ridotta densità ossea, condizione di per sé molto frequente nelle donne in menopausa e che può aumentare il rischio di fratture.

Pubblicata sulla rivista Menopause, la ricerca è stata condotta da Pedro Kremer, della University of California San Diego e San Diego State University ed ha coinvolto oltre 70.000 donne di 69 anni in media. Le donne sono state monitorate in media per 12 anni di seguito e nel corso del periodo sono state diagnosticate 2.578 fratture di anca.

È così emerso che per un consumo settimanale di 14 bottigliette (da 355 millilitri) di bibite gassate, il rischio di frattura di anca cresce del 26%; per le bibite senza caffeina il rischio è del 32% in più.

Il prossimo passo, concludono gli autori, consisterà nel verificare se sia l’elevato contenuto di zuccheri nelle bibite a giocare un ruolo diretto in questo aumentato rischio fratture.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su