La depressione post-partum colpisce anche i padri

La depressione post-partum non è un problema che riguarda soltanto le mamme, ma anche i papà rischiano di soffrirne, in particolare quelli che versano in condizioni di disagio o che hanno problemi con il lavoro. A sostenerlo è uno studio pubblicato dai ricercatori della NYU School (Usa) guidati da Michael Weitzman sul Journal Maternal and Child Health.

Dalla ricerca è emerso a maggior rischio di soffrire di depressione post partum sono quelli che sono maggiormente esposti al rischio-disoccupazione, gli uomini che convivono con una donna con sintomi depressivi, coloro che vivono in povertà e quelli che vivono con un bambino che presenta bisogni di assistenza sanitaria.

“I risultati riportati nella ricerca – ha spiegato Weitzaman – illustrano i fattori che aiutano a identificare i padri che potrebbero trarre beneficio dallo screening per la depressione clinica; pensiamo che i dati siano ora particolarmente rilevanti, data l’attuale crisi finanziaria e il contemporaneo aumento della disoccupazione negli Stati Uniti”.

Il problema, inoltre, riguarda anche la salute dei bambini. Una precedente ricerca condotta da Michael Weitzman, docente di Pediatria e di Medicina Ambientale, aveva infatti rivelato  e di Medicina Ambientale ha identificato, e lo aveva gia’ dimostrato in una precedente ricerca, la presenza in un campione ampio e rappresentativo a livello nazionale, di un aumento dei tassi dei problemi di salute mentale dei bambini i cui papà avevano mostrato sintomi depressivi.

“Mentre il ritrovamento di un aumento dei tassi di problemi di salute mentale tra i bambini i cui padri avevano avuto sintomi depressivi non e’ stato cosi’ sorprendente – ha notato Weitzman – lo  è stato il fatto che nessuno studio su larga scala avesse indagato tale questione, cosi’ come lo e’ stato il fatto che un bambino su quattro con problemi di questo tipo avesse una madre e un padre con sintomi di depressione”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su