Milano: impiantato il primo cuore artificiale che si monitora via internet

Un cuore artificiale di nuova generazione, controllabile via internet (per monitorare le condizioni del paziente e dell’impianto), è stato impiantato per la prima volta in Italia all’istituto Humanitas di Rozzano, nel Milanese, dall’équipe coordinata da Ettore Vitali, responsabile del Dipartimento Cardiovascolare.

Si è trattato di un intervento rivoluzionario, grazie al quale si può tenere sotto controllo a distanza anche il funzionamento della pompa che supporta il cuore malato.

Il paziente è in buone condizioni ed è già tornato a casa. Il 65enne novarese ha eseguito una visita di controllo in questi giorni e, dopo l’operazione, è già in grado di occuparsi delle sue normali attività.

La consolle di cui è provvisto questo “cuore artificiale” (Vad, Ventricular assist device) consente al paziente di collegarsi ad un computer per scaricare i dati e trasmetterli via Internet. Come ha spiegato Vitali, “ciò consente il monitoraggio medico a distanza”  permettendo così agli specialisti di “visualizzare in tempo reale lo stato di salute del paziente rilevando parametri della pompa, monitorando il flusso sanguigno, la potenza utilizzata e la velocità della turbina”.

Per quanto riguarda le prospettive future, Vitali ha spiegato che “presto sarà disponibile una nuova consolle, munita di una SIM” che “trasmetterà i dati in continuo senza avere bisogno, come adesso, della base. E sarà sempre in comunicazione ovunque sia presente una rete cellulare”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su