Il migliore amico dell’uomo? Il computer

Il migliore amico dell’uomo? Non è più il cane, ma il computer. A sostenerlo è un sondaggio su duemila persone nel Regno Unito al di sopra dei 18 anni realizzato dalla Royal Society For The Protection Of Cruelty to Animals in collaborazione con la rivista Computeractive.

Dall’indagine, finalizzata a indagare i cambiamenti provocati dalla tecnologia nella vita domestica, emerge che soltanto il 6% degli intervistati ritiene che la maggioranza delle persone preferisca trascorrere del tempo libero con il cane rispetto al pc, mentre il 67% è convinta del contrario.

Anche se con alcune differenze, il discorso vale se ad essere intervistati sono i padroni dei cani. Se il 36% dei padroni afferma di fare comunque affidamento sul proprio cane piuttosto che sul computer per avere un po’ di compagnia, il 38% invece è dell’opinione opposta.

Tra i proprietari di cani compresi nella fascia d’età 18-24 anni emerge che è ben il 71% a preferire il computer all’amico a 4 zampe.
“In questi giorni si può anche prendere il vostro PC per una passeggiata, purché si disponga un laptop o tablet. È solo questione di tempo e tra un po’ avremo il primo PC che ci porta le pantofole”, ha commentato con ironia al Daily Mail il direttore della rivista Paul Allen.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su