Colazione: sette milioni di italiani la saltano

Sette milioni di italiani ogni giorno saltano la colazione, una cifra che è raddoppiata negli ultimi dieci anni. Il dato emerge da un’indagine della Doxa, promossa dall’Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane (Aidepi). Dieci anni f erano il 92% i nostri connazionali che consumavano la prima colazione nel 2004, un numero che si è ridotto all’86% del 2013. La buona notizia, però, sta nel fatto che chi si conserva fedele a questa sana abitudine, oggi fa una colazione qualitativamente migliore, consumandola tutti i giorni e a casa. È  aumentato infatti il numero di coloro che fanno colazione a casa, passando dal 70% del 2004 all’85% attuale.

Dall’indagine è emerso che a colazione si consumano soprattutto biscotti (6 persone su 10) seguiti da pane e fette biscottate, da sole o arricchite di marmellata, cioccolata o miele. Per quanto riguarda le bevande, invece si consuma più tè rispetto a prima (14%) ma in testa c’è ancora il latte col 35% seguito dal caffè (33%) e dal cappuccino (28%).

Degna di nota è anche la percentuale di chi al mattino consuma frutta: dal 3,5% circa del 2004 si arriva all’8% di oggi. Particolarmente sbagliate sono le abitudine dei giovani: il 60% degli “under 25” si limita a una tazza di caffè e un dolce, consumati spesso in solitudine, ma senza staccare gli occhi dal pc.

Per promuovere e diffondere la cultura di una sana prima colazione, l’Aidepi creato il blog ‘Io comincio bene’, e a una pagina Facebook tramite i quali condividere le ‘buone’ storie di prima colazione. La strategia dell’Aidepi è quella di raccontare storie e curiosità, dall’Italia e dal mondo, con la colazione come protagonista. Vogliamo stimolare riflessioni e un dibattito virtuale tramite due canali digitali tra i consumatori”, ha affermato Mario Piccialuti, direttore Aidepi.

È stato anche sottoscritto il manifesto  “Io comincio bene” con un vademecum per una buona prima colazione, un decalogo con 10 consigli pratici “per trasformare la propria colazione in una buona colazione o, magari, scoprire – quegli accorgimenti utili per vincere le difficoltà che spingono gli italiani a saltare questo pasto fondamentale per la nostra dieta alimentare”.

È consigliato peraltro fare colazione con calma e possibilmente a casa, variare gli alimenti con cui si comincia la giornata e, preferibilmente, condirli con un sorriso!

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su