Cina, apre mega fabbrica di animali clonati

Carne clonata made in Cina. Nel 2016 aprirà in Cina la più grande fabbrica di animali clonati al mondo. La fabbrica sorgerà nella regione di Tianjin, e che si specializzerà nella riproduzione genetica di cani da fiuto o da compagnia, bovini di alta qualità, cavalli da corsa e “primati non umani”.

L’obiettivo sarà la produzione  di un milione di embrioni ogni anno, che poi saranno venduti “a scopo commerciale”.

Secondo la stampa cinese la struttura  è già in costruzione, essendo già stato firmato un accordo del valore di 200 milioni di yen con gli scienziati che dovranno garantire la clonazione. La fabbrica in questione occuperà 14mila metri quadri.

La Boyalife, azienda cinese di biotecnologie, si occuperà anche di produrre “modelli malati” di animali di grossa taglia.

Il South China Morning Post ricorda che fino a questo momento in Cina la clonazione è limitata alla ricerca scientifica ma “sempre più imprese stanno manifestando l’interesse nell’investimento in tecnologie a scopo commerciale, specialmente per la riproduzione degli animali”.

Il Parlamento europeo, invece, ha votato a settembre contro l’utilizzo di animali di allevamento clonati perché spesso soffrono di più malattie rispetto a quelli normali.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su