Polonia: carne da bovini malati esportata in mezza Europa

Carne bovina da animali malati immessa in commercio ed esportata in diversi paesi Ue negli ultimi sei mesi. È stata avviata in Polonia un’indagine penale dopo che un giornalista in incognito ha filmato animali malati portati al macello nella regione centrale di Mazovia. Quella carne potrebbe già essere stata esportata in mezza Europa.

“Il Sistema di allerta rapido Ue per cibi e mangimi è stato attivato il 29 gennaio per tracciare e ritirare immediatamente dal mercato tutta la carne esportata proveniente dagli impianti sotto accusa, e la Commissione sta per inviare una squadra di suoi ispettori per una missione sul terreno dal 4 all’8 febbraio”, ha riferito la portavoce la portavoce dell’Esecutivo Ue per la Sicurezza alimentare, Anca Paduraro.

Tracce di carne bovina polacca non sicura sono state identificate in tutta Europa, dall’Estonia al Portogallo, dalla Spagna alla Svezia. Anche l’Italia è tra i Paesi importatori anche se la carne di quel macello, a 112km a est di Varsavia, è stata esportata in nove Stati tra cui non figura il nostro: Estonia, Finlandia, Francia, Ungheria, Lituania, Portogallo, Romania, Spagna e Svezia.

La Polonia produce circa 560.000 tonnellate di carne bovina all’anno e l’85% viene esportato.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su