Droghe: lanciata la campagna contro le ‘smart drugs’

Cannabis sintetica, khat, kratom, ketamina o salvia divinorum. Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha presentato a Palazzo Chigi il nuovo piano di Azione Nazionale per la prevenzione, l’identificazione precoce ed il contrasto delle Nuove sostanze psicoattive. “Sarà una campagna incisiva che agisce su più livelli quella che presentiamo oggi contro le ‘Smart drugs’, le nuove droghe, quelle che ben si nascondono e si camuffano e che invece devono essere immediatamente riconosciute dagli operatori sanitari per poter intervenire in tempo”, ha spiegato Lorenzin.

Il nuovo Piano di Azione Nazionale (NSP), realizzato dal Dipartimento delle Politiche Antidroga (DPA) in collaborazione con il Ministero della Salute, ha avuto il Patrocinio delle Nazioni Unite e di dieci società scientifiche, sarà presentato in maniera itinerante in 10 città italiane, a cominciare dalla prima tappa di domani 24 settembre con il primo corso di aggiornamento tecnico scientifico, che si svolgerà presso l’Università Cattolica di Roma e che proseguirà presso altrettanti centri collaborativi del Sistema Nazionale di Allerta Precoce. Come ha spiegato Beatrice Lorenzin sarà “una campagna che parla agli operatori sanitari e ai chimici, perché queste nuove droghe mutano in continuazione e perché i ragazzi, una volta arrivati al pronto soccorso si vergognano e non dichiarano cosa hanno realmente assunto”.

“Parallelamente – continua il ministro della Salute  – ci impegneremo in una forte campagna di sensibilizzazione nelle scuole. I giovani devono far proprio il messaggio che drogarsi è male, che è un atto distruttivo: oggi infatti valutiamo i danni devastanti di 40 anni di droghe di massa”.

La scorsa settimana la Commissione europea ha sollecitato i paesi membri a coordinare la lotta contro queste sostanze psicoattive. Il Dipartimento e il Ministero della Salute hanno recepito questa decisione e indicazione della Commissione Europea, contro un fenomeno che sta assumendo delle dimensioni preoccupanti, proprio in considerazione delle sempre più frequenti segnalazioni di nuove sostanze. Dal 2009 il Sistema Nazionale di Allerta Precoce per le droghe del Dipartimento per le Politiche Anti Droga ha scoperto circa 280 nuove sostanze.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su