Boston: eseguito il secondo trapianto totale di volto

È stato eseguito a Boston da un team di chirurghi dell’ospedale della capitale del Massachussets il secondo trapianto totale di viso al mondo. A ricevere l’eccezionale trapianto, riporta il Boston Globe è stato Dallas Wiens, un giovane di 25 anni originario del Texas che nel 2008 aveva subito ustioni molto gravi su tutto il volto a causa di una forte scossa elettrica. 

L‘intervento è durato 15 ore ed ha richiesto il coinvolgimento di oltre 30 persone tra chirurghi, anestesisti e personale sanitario. “Non ci sono state complicazioni – ha spiegato Bohdan Pomahac, uno dei medici – il paziente sta bene e ci aspettiamo continui miglioramenti”.

L’intervento ha permesso di sostituire naso, labbra, pelle, muscoli e nervi. Dallas Wiens non assumerà comunque le sembianze del donatore perché le ossa e i muscoli facciali non sono stati toccati. L’intervento di Wiens è stato pagato dal dipartimento della Difesa, che spera nel progresso dei trapianti di faccia dal momento che i soldati sono frequentemente vittime di esplosioni che li sfigurano.

“Dallas sta facendo grandi progressi – ha commentato uno dei chirurghi che l’hanno operato – e sta seguendo tutte le tappe previste” nel protocollo.  Il chirurgo Bohdan Pomahac ha inoltre affermato che il giovane ha parlato al telefono con la famiglia, è in grado di camminare e di respirare con il naso artificiale.

“La notizia di oggi – ha aggiunto Betsy Nable, presidente del Brigham and Women’s Hospital – segna una pietra miliare nella chirurgia dei trapianti del nostro ospedale”.

L’unico precedente di trapianto totale di viso risale allo scorso anno a Barcellona. Nel 2005 è stato invece eseguito in Francia il primo trapianto parziale, a cui hanno fatto seguito diversi altri esempi anche in Usa, sempre però su porzioni del volto, fino all’80%.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su