Biologico: i consumi continuano a crescere

“Il biologico si conferma un comparto capace di andare in controtendenza e crescere nei momenti di crisi anche nel mercato interno. Tre famiglie su quattro ormai acquistano prodotti biologici, si tratta di una tendenza sempre più radicata che è entrata nelle abitudini alimentari degli italiani a cui dovremmo rispondere con una maggiore offerta di prodotto nazionale”.

È quanto ha affermato il ministro delle Politiche agricole Mario Catania, commentando i dati Ismea sul consumo di prodotti biologici in Italia, elaborati in occasione della fiera Sana 2012, il Salone internazionale del biologico e del naturale che si svolge dall’8 all’11 settembre 2012  presso la Fiera di Bologna.

Mentre la crisi colpisce tutti i settori, il biologico addirittura cresce: nei primi 6 mesi del 2012 si è registrato infatti un aumento di oltre il 6% dei consumi. Lo scorso anno gli acquisti di prodotti biologici delle famiglie italiane nella Gdo erano cresciuti del 9%; nei primi 6 mesi di quest’anno è continuato il trend positivo che è in atto ormai da oltre un quinquennio.

Il biologico italiano vale, al consumo, circa 3 miliardi di euro. Con questi numeri il nostro Paese i colloca al quarto posto nella graduatoria europea, dietro Germania, Francia e Regno Unito, e sesto a livello mondiale. Il biologico piace alle famiglie italiane: nell’ultimo anno tre famiglie su quattro hanno acquistato almeno un prodotto biologico e il 70% della spesa è riconducibile a un gruppo di acquirenti più o meno consolidato.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su