Bambini ubriachi: è allarme in Gran Bretagna

E’ allarme in Gran Bretagna per l’incredibile aumento di ricoveri di bambini sotto effetto di alcol. A denunciare l’inquietante fenomeno è un articolo pubblicato sul Times secondo cui sono centinaia i bambini con meno di 11 anni che l’anno scorso sono finiti in ospedale perché ubriachi. Si tratta di bambini che, complice il mancato controllo da parte dei genitori, hanno avuto facile accesso alle bevande alcoliche.

Preoccupano, inoltre, anche i dati sui ricoveri di ragazzini che hanno avuto bisogno di cure mediche per problemi legati alla droga. Sono 145 infatti gli under 11 finiti al pronto soccorso dopo l’assunzione di sostanze stupefacenti, il 14% in più rispetto all’anno precedente.

Secondo Public Health England, un quarto dei minori con problemi di alcolismo consuma in media sette pinte di birra la settimana. In molti casi si tratta di giovani che vivono in zone povere del Paese e non vengono seguiti dalle loro famiglie.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su