Bambini: tablet e smartphone possono compromettere lo sviluppo

L’uso di tablet e smartphone in tenera età può influire negativamente sullo sviluppo dei bambini. È quanto sostengono gli esperti del Dipartimento di Pediatria del Boston Medical Center, che in un articolo pubblicato su Pediatrics esprimono i loro dubbi sull’utilizzo di questi nuovi apparecchi prima dei 2 anni di vita.

Secondo gli autori dello studio, che ha coinvolto bimbi tra i 9 mesi e i 2 anni, l’uso di questi dispositivi, così come il tempo passato davanti alla televisione, può ridurre lo sviluppo delle capacità di linguaggio e di interazione sociale, rischiando così di compromettere lo sviluppo dell’empatia, delle abilità sociali e della capacità di risoluzione dei problemi, ma anche quelle sensori-motorie e visuo-motorie importanti per imparare e mettere in pratica la matematica e le scienze.

“Non sono state ancora messe a punto linee guida pediatriche che riguardino in modo specifico l’uso degli apparecchi mobile da parte dei bambini piccoli – spiegano gli autori – fatta eccezione per recenti indicazioni sul fatto che nei bambini al di sotto dei 2 anni di età un uso limitato di mezzi di comunicazione interattivi a scopo educativo può essere accettabile”.

Secondo gli esperti, tuttavia, sono necessarie “nuove indicazioni perché i dispositivi mobili sono diversi dalla televisione in termini di modalità multiple (ad esempio video, giochi, app a scopo educativo), di capacità di interazione e della presenza quasi ubiquitaria nella vita dei bambini”.
“Al momento quando si tratta di dispositivi mobile ci sono più domande che risposte – concludono gli studiosi – Finché non si saprà di più del loro impatto sullo sviluppo e del bambino si invita a trascorrere più tempo di qualità in famiglia”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su