Bambini: gli sport consigliati in caso di asma

Lo sport fa bene ai bimbi con asma, che in Italia sono circa 630mila, e se praticato correttamente può diventare uno strumento efficace di riabilitazione respiratoria.

Diego Peroni, consigliere della Società italiana di pediatria (Sip), fornisce qualche consiglio per imparare a svolgerlo in sicurezza:

–  svolgere attività fisica all’aperto lontano dalle aree urbane con traffico intenso;

–  evitare le fasce orarie nelle quali gli inquinanti raggiungono il picco di concentrazione nell’aria;

–  privilegiando lo sport la mattina presto o la sera tardi.

Ma quale sport prediligere? Come spiega Stefania La Grutta, Consigliere Simri (Società italiana malattie respiratorie infantili), “il nuoto è certamente quello meglio tollerato dai bambini asmatici poiché l’immersione in acqua favorisce l’espirazione e l’incremento della ventilazione polmonare risulta moderato”. La lotta, la scherma, il sollevamento pesi presentano un basso rischio in quanto comportano sforzi intensi, ma brevi e caratterizzati da uno scarso incremento della ventilazione.

In generale possono essere praticati senza problemi gli sport basati sull’uso della palla grazie all’alternanza di periodi di intensa attività a fasi con intensità ridotta. Al contrario, corsa e ciclismo possono più frequentemente scatenare crisi asmatiche, anche se con un buon controllo della malattia e un adeguato allenamento, possono essere comunque praticati. Sono assolutamente sconsigliate sono le attività subacquee.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su