Bambini: le cure di mamma creano una barriera antistress

Le cure ricevute dalla mamma nei primi mesi di vita aiutano a costruire una solida barriera antistress per il bambino.

È quanto emerge da uno studio di  Tallie Baram della University of California secondo cui le attenzioni materne agiscono direttamente sull’attività dei geni dei ‘neuroni dello stress’, cioè quelle cellule nervose che rilasciano molecole (ormoni) in risposta a stimoli stressanti.

Lo studio, pertanto, offre una prima spiegazione diretta a livello molecolare di come l’amore materno nei primi mesi di vita influenzi il futuro del bambino, rendendolo più o meno vulnerabile a eventi stressanti e più o meno suscettibile a disturbi dell’umore quali la depressione.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su