Asma in crescita tra i bambini

Cambiamenti ambientali, città sempre più inquinate, cattiva alimentazione, fumo di sigaretta (anche passivo): questi i principali fattori all’origine dell’insorgenza dell’asma, una malattia che interessa circa 3 milioni di italiani ed è responsabile di più di 1.000 decessi ogni anno.

Questi i dati emersi nel corso dell’XI Congresso nazionale di pneumologia, promosso dalla Società italiana di medicina respiratoria.

In particolare i medici riuniti a Milano si sono detti preoccupati per l’aumento di prevalenza di questa malattia tra i bambini, che si attesta intorno al 10% contro il 5,3% nella popolazione adulta.
I bambini sono dunque più soggetti alle malattie respiratorie rispetto agli adulti e oggi soffrono d’asma bronchiale cinque volte di più rispetto agli anni Settanta.

”L’aumento del trend dell’asma nei bambini e negli adolescenti registrato negli ultimi anni è andato di pari passo con lo sviluppo industriale ed economico dei Paesi europei – ha spiegato Stefano Centanni, presidente S.I.Me.R. e direttore della clinica di Malattie dell’apparato respiratorio dell’Azienda ospedaliera San Paolo dell’Universita’ degli Studi di Milano -. Tali fattori potrebbero cominciare a determinare un condizionamento del sistema immunitario e una sensibilizzazione allergica addirittura in utero e poi nelle prime fasi di vita”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su