Artrite reumatoide: prevenirla con la luce solare

Il clima caldo può ridurre il rischio di sviluppare l’artrite reumatoide. Secondo un nuovo studio statunitense, infatti, vivere in aree assolate aiuta a non ammalarsi di artrite. Pubblicata sugli ‘Annals of the Rheumatic Diseases’, la ricerca condotta dall’Harvard Medical School ha coinvolto più di duecentomila donne.

Lo studio stabilisce una correlazione tra la luce del Sole e il rischio di sviluppare questa patologia cronica. Ad esercitare un impatto positivo sulla salute sarebbe la vitamina D prodotta dalla luce solare.  La vitamina D proteggerebbe il corpo dall’insorgenza dell’artrite reumatoide. Questa patologia è più comune tra le donne ed è causata da uno stravolgimento del sistema immunitario del corpo che finisce per danneggiare le giunture, provocando intensi dolori.

“Il nostro studio si aggiunge alle crescenti evidenze [scientifiche] che l’esposizione ai raggi UV-B è associata a un ridotto rischio di artrite reumatoide. I meccanismi non sono ancora stati compresi, ma potrebbero essere mediati dalla produzione cutanea di vitamina D e attenuati con l’uso di protezioni solari o dall’evitare l’esposizione solare”, hanno spiegato i ricercatori nel comunicato BMJ.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su