Anziani: ecco perché passeggiare fa bene

Basta una passeggiata quotidiana di 20 minuti al parco per ridurre del 18% il rischio di incorrere in problemi di deambulazione e disabilitá comuni negli anziani. Camminare è il modo migliore per restare autonomi, mantenere l’equilibrio e le forze e prevenire le cadute. È quanto dimostra un esperimento condotto alla Yale school of medicine, coordinato dalla University of Florida e presentato oggi al congresso annuale dell’American College of Sports Medicine.

Gli studiosi hanno seguito per 2 anni e 6 mesi 1.635 anziani, uomini e donne dai 70 agli 89 anni di etá, sottoponendone metá ad un programma di attivitá fisica di tipo moderato, con passeggiate quotidiane e stretching. I volontari sono stati sottoposti al monitoraggio del peso, della pressione e del battito cardiaco.

Il gruppo di camminatori ha dimostrato i migliori parametri indicativi della salute e ha mantenuto meglio l’andamento e l’equilibrio nel percorrere speditamente 400 metri di prova rispetto ai sedentari.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su