Troppi antibiotici fanno ingrassare

Assumere antibiotici, oltre che uccidere i batteri, potrebbe essere la causa di obesità, diabete, asma e allergie.  A sostenerlo è un medico, Matrin Blaser, sulla rivista scientifica Nature, Matrin Blaser. I farmaci che uccidono i batteri possono far aumentare il nostro peso, e contemporaneamente esporci al rischio di diabete, allergie, asma.

Ciò perché l’organismo umano contiene sia batteri buoni che cattivi. Pertanto, abusare dei farmaci che li uccidono tutti indistintamente può causare spiacevoli conseguenze. Infatti alcuni batteri ci difendono dalle malattie, come l’Helicobacter plyori, batterio che vive nel muco gastrico situato nello stomaco. Questo batterio può essere causa di ulcera e cancro ma gli studiosi hanno scoperto che ci difende dal reflusso gastro-esofageo, disturbo che può causare il cancro all’esofago.

L’assenza di Helicobacter plyori può stimolare ormoni. Gli studiosi sostengono che quando il batterio non è nei paraggi due ormoni prodotti dallo stomaco, la grelina e la leptina, si comportano diversamente dal solito. La grelina è l’ormone che stimola l’appetito, la leptina invia al cervello la sensazione di sazietà.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su