Amianto: esposte 125 milioni di persone nel mondo

Circa 125 milioni di persone nel mondo sono attualmente esposte all’amianto sul posto di lavoro. Nel 2004, il cancro polmonare, il mesotelioma e l’asbestosi provocati da esposizioni professionali hanno causato 107.000 morti e 1.523.000 anni di vita con disabilità. Inoltre, diverse migliaia di morti possono essere attribuite ad altre malattie legate all’amianto, nonché alle esposizioni non lavorative all’amianto. Circa la metà delle morti da cancro professionale è stimata essere causata da amianto.

Si stima inoltre che diverse migliaia di decessi annualmente possano essere attribuiti all’esposizione all’amianto in casa. È stato anche dimostrato che la coesposizione ai fumi del tabacco e alle fibre di amianto aumenta notevolmente il rischio per il cancro ai polmoni  e più è il fumo, maggiore è il rischio.

Secondo la scheda informativa appena pubblicata dall’Oms, l’eliminazione delle malattie correlate all’amianto dovrebbe avvenire attraverso le seguenti azioni di sanità pubblica:

a. riconoscendo che il modo più efficace per eliminare le malattie legate all’amianto è quello di interrompere l’uso di tutti i tipi di amianto;

b. sostituendo l’amianto con sostituti più sicuri e sviluppando meccanismi economici e tecnologici per stimolare la sua sostituzione;

c. adottando misure per prevenire l’esposizione all’amianto e durante la sua rimozione  (abbattimento);

d. migliorando la diagnosi precoce, il trattamento, la riabilitazione sociale e medica delle malattie legate all’amianto e creando registri di persone con esposizioni passate e / o correnti all’amianto.
L’eliminazione delle malattie correlate all’amianto è particolarmente mirata ai paesi che ancora usano l’amianto crisotile, oltre all’assistenza in relazione alle esposizioni derivanti dall’uso storico di tutte le forme di amianto.

Tutte le forme di amianto sono cancerogene per gli esseri umani. L’esposizione all’amianto, compreso il crisotile, provoca cancro del polmone, della laringe e delle ovaie e anche del mesotelioma (cancro pleurico e peritoneale). L’esposizione all’amianto è anche responsabile di altre malattie come l’asbestosi (fibrosi dei polmoni) e le placche, l’ispessimento e l’effusione nella pleura.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su