Allattamento al seno, parte la campagna di sensibilizzazione

“Il latte della mamma non si scorda mai”: questo il nome della campagna itinerante 2011 promossa dal Ministero della Salute al fine di sensibilizzare le neomamme sui vantaggi che l’allattamento al seno ha per la salute del bambino, sia dal punto di vista nutrizionale che sul piano affettivo-psicologico. Il ‘tour’ si articola in un percorso a tappe: un camper farà sosta nelle principali piazze delle città italiane promuovendo l’allattamento al seno attraverso la distribuzione di materiale informativo e attività di sensibilizzazione sul tema (mostre, convegni, consulenze di esperti e di operatori sanitari).

Il Tour 2011, che dura circa un mese, prevede tappe a Foggia (8 maggio – Piazza Cesare Battisti); Bari (14/15 maggio – Molo S. Nicola); Roma (19 maggio – Ospedale S.Giovanni Addolorata; 25 maggio – Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli; 26 maggio – Policlinico A. Gemelli), Cosenza (9 giugno – Piazza dei Bruzi), Reggio Calabria (11-12 giugno – Lungomare Italo Falcomatà).

Lo slogan scelto per la campagna ”Il latte della mamma non si scorda mai” vuole sottolineare che il latte materno costituisce il miglior alimento per il neonato, ricco di qualità nutrizionali.

Allattare al seno, inoltre, è un gesto naturale, che contribuisce a mantenere lo straordinario legame tra mamma e bambino stabilito durante la gravidanza.

Eppure in Italia una donna su cinque (il 18,6% per la precisione) non allatta il proprio bambino al seno. La percentuale è ancora più alta nelle Isole, dove supera il 25 per cento. Inoltre, soltanto il 65,5 per cento allatta almeno per un breve periodo esclusivamente al seno il bambino.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su