Alimentazione: le regole per mantenersi in forma

Quali sono gli alimenti che fanno ingrassare e quali, invece, gli alleati della linea? A stilare una lista sono ricercatori dell’Harvard School of Public Health (Boston, USA), diretti dal dottor Dariush Mozaffarian. Secondo la ricerca, pubblicata dal New England Journal of Medicine , per mantenersi in forma è fondamentale aumentare il consumo di alimenti poco trattati (quali frutta, verdura, cereali integrali, noci, yogurt) e, viceversa, ridurre il consumo di alimenti altamente trasformati, come i salumi. Bisogna poi imparare a mangiare carboidrati di qualità migliore limitando al minimo il consumo di dolci e di bevande con zucchero aggiunto e limitando il consumo di amidi (patate) e di cereali raffinati (pane bianco, riso bianco, cereali per la colazione con poche fibre e altri prodotti da forno lavorati).

“In media, un adulto prende mezzo chilo all’anno”: questo il presupposto da cui è partito lo studio  che ha preso in esame 98320 donne e 22557 uomini. I volontari non soffrivano di patologie croniche all’inizio del test e sono stati sottoposti ad esami ad intervalli regolari ogni 4 anni. Terminato il periodo di osservazione di 20 anni, i ricercatori hanno constatato che i volontari sogni 4 anni erano ingrassati di 1,5 kg, per un aumento di peso totale di 8 kg in 20 anni.

L‘aumento di peso è risultato inoltre essere legato ad una serie specifica di pietanze. Al primo posto patatine fritte (più 800 grammi in circa 4 anni), le patate in generale (circa 600 gr.) e al terzo posto per le bevande zuccherate (circa 500 gr.). Spiccano poi le carni lavorate (circa 400 grammi) e salumi (circa 400 grammi).

I ricercatori hanno inoltre individuato alcuni alimenti che mantengono costante il peso e possono addirittura provocarne una riduzione: in particolare, yogurt, noci, frutta e verdura, cereali integrali. “Piccoli cambiamenti nello stile di vita alimentare – ha concluso Mozaffarian – possono fare una grande differenza”.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter e riceverai periodicamente i nuovi articoli pubblicati

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su