Agricoltura: è boom del biologico

Boom del biologico che continua la sua corsa anche nel primo semestre del 2011. Ad affermarlo è la Cia-Confederazione italiana agricoltori alla vigilia del Sana, il 23° Salone internazionale del naturale tenutosi a Bologna dall’8 all’11 settembre.

“La crisi – aggiunge la Cia – non intacca l’appeal del biologico, che guadagna ancora spazio nel carrello degli italiani. A dispetto della crisi dei consumi alimentari convenzionali, il segmento ‘bio’ continua a correre, mettendo a segno nel primo semestre del 2011 un aumento del 13%. Un dato-precisa la Cia che conferma e rafforza il risultato record già toccato nel 2010, quando il ‘bio’ ha brindato al più 11,6%”.

Secondo la Cia “è chiaro, dunque, il definitivo passaggio del biologico da moda passeggera o ‘di nicchia’ a vera e propria abitudine di spesa”. A trainare la spesa ‘bio’ in questa prima metà dell’anno “sono sempre pasta e riso (+32,9%); latte e formaggi (+20,4%), in particolare mozzarelle (+82,7%); biscotti e dolciumi (+15,4%) ma senza il pane (-11,3%); uova (+13,4%)”.

Anche il rapporto BioBank 2011 pubblicato qualche mese fa evidenziava la continua crescita del settore biologico.

Torna su